Tonno si… tonno no?

 

 

 

FOT DI MARIA ROSARIAlogo di maria rosaria

 

 

Salvezza divina di tutti i poveri studenti universitari, ecco a voi Sua Maestà il Tonno in Scatola! Chi di noi universitari non ha mai mangiato l’ultranota pasta al tonno con tanto di olio versato direttamente nella pentola?
Poco spazio, poco tempo, pochi soldi e, spesso, poca voglia di cucinare, sono gli ingredienti complementari di questo piatto tanto semplice quanto delizioso.

Ma quali sono i valori nutrizionali di una scatoletta di tonno? 192 kcal, 25 g di proteine, 10 g di grassi e 0 g di carboidrati.
L’energia è fornita soprattutto da proteine ad alto valore biologico ma la frazione lipidica é esponenzialmente superiore a quello naturale (10 g invece che 0,3 g). Gli acidi grassi omega 3 sono sicuramente maggiori in quello naturale perché in quello all’olio varia in base alla composizione del liquido di governo. Tra i minerali ritroviamo sodio, potassio, fosforo e ferro; tra le vitamine, invece, la vitamina PP e A.

Ma fa poi così bene? Non proprio, sarebbe meglio limitarne il consumo il più possibile e preferire quello fresco. Innanzitutto perché assorbe mercurio che può provocare affaticamento e perdita di memoria, ma anche a causa dell’ olio utilizzato, spesso di scarsa qualità… Per cui se proprio non possiamo farne a meno, preferiamo quelli al naturale e addizioniamolo di olio extra vergine di oliva.

tonno si tonno no

Altri articoli >>




Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *