San Daniele e compagni

 

 

 

San Daniele e compagni, martiri a Ceuta sono stati sette frati minori francescani, missionari che nel 1227furono inviati da Frate Elia, capo dell’ordine, dalla Toscana fra le popolazioni maomettane di Ceuta, inMarocco. Portarono avanti un’opera di evangelizzazione nel nome di Gesù Cristo ma furono presto incarcerati e indotti ad abiurare la fede cristiana; tuttavia, riuscirono a resistere dal farlo e condannati alladecapitazione.

I nomi dei martiri, i cui resti recuperati dai mercanti cristiani occidentali furono sepolti nei sobborghi della stessa Ceuta, sono: Daniele – originario di Belvedere in Calabria Angelo, Samuele, Domnu o Donolo diMontalcino, Leone, Niccolà di Sassoferrato e Ugolino.

Ertutti sacerdoti, eccetto Donolo.

Dopo una permanenza in Spagna, i sette si trasferirono, suddivisi in due distinti gruppi, a Ceuta, in un luogo in cui ano le autorità avevano proibito ogni forma di propaganda cristiana. Essi tuttavia svolsero attività di proselitismo presso i numerosi mercanti delle repubbliche marine di Pisa e Genova nonché provenienti da Marsiglia. Nell’autunno 1227 decisero di iniziare la predicazione alla popolazione islamica.

Su disposizione di Papa Leone X del 22 gennaio 1516 vengono commemorati il 13 ottobre (san Daniele di Ceuta è patrono di Orani, NU), anche se l’insieme dei compagni di martirio viene ricordato anche il 10 ottobre .

fonte : Wikipedia

1

Ti potrebbe interessare anche 

Curiostà sul nome :   Daniele >>




Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *