Rosa

Il nome ci accompagna sin dalla nascita, ci caratterizza, identifica e distingue

                                                   Scopri alcune curiosità sui nomi

A   B   C   D     F   G   I   J   K   L   M   N   O   P   R   S   T   U   V  W   Z

 

 

R rosa

R     adiosa

O     riginale

S      pontanea

A     ffettuosa

 

 

Significato: ” di colore rosa”
Origine: greca
Onomastico: 23 agosto    Santa Rosa da Lima
Nomi femminili: Rosina, Rosellina, Rosetta, Rosella, Rosuccia.

Composti: Rosanna, Annarosa, Rosalia, Rosalba, Rosamaria, Mariarosa, Rosangela, Rosalinda.

Santi e Beati:

Santa Rosa da Lima, patrona principale del Perù, delle Americhe e delle Filippine. È anche patrona di giardinieri e fiorai.
Santa Rosa, patrona di Viterbo, festeggiata il 4 settembre e il 6 marzo
Santa Rosa Venerini, anch’ella di Viterbo, commemorata il 7 maggio.
Beata Anna Rosa Gattorno (al secolo Rosa Maria Benedetta), fondatrice della congregazione delle Figlie di Sant’Anna, commemorata il 6 maggio.
Personaggi:
Rosa Luxemburg (1870 o 1871 – 1919), politica, teorica socialista e rivoluzionaria tedesca di origini polacche ed ebraiche;
Rosa Iervolino, politica italiana;
Rosa Martirano, cantante italiana;
Rosa Vercellana, detta la Bella Rosina o Bela Rusin (1833 – 1885), dapprima l’amante e in seguito moglie morganatica di Vittorio Emanuele II; Rosa Rein, supercentenaria svizzera.
Variante:

Rosi Bindi (Rosaria all’anagrafe), politico;
Rosina Anselmi, attrice;
Rosita Celentano, presentatrice.

Il nome nelle arti:

Il nome Rosina fu spesso usato per personaggi teatrali: è la protagonista dell’opera Il barbiere di Siviglia di Gioachino Rossini e dell’opera buffa La finta semplice di Wolfgang Amadeus Mozart.
Rose Madder è il titolo di un romanzo di Stephen King.
Rosa Garaventa è colei a cui probabilmente ci si riferì per coniare il detto Bella di Torriglia.
Curiosità:

Rosina è il nome popolare del doppio fiorino d’oro battuto da Cosimo III de’ Medici. Valeva quattro rosalini.

Abbinati

Piatto : Linguine gamberetti zucchine  e zafferano

Colore: giallo

Numeri: 6 – 21

 

Al quarto posto per diffusione tra i nome femminili in Italia, Il nome, dal greco “rodon rosa”, è il più diffuso tra i nomi floreali, ed è sorto in Italia a partire dal Medioevo con valore affettivo e augurale ripreso dal fiore, divenuto il simbolo della purezza, della giovinezza, dell’amore. Si è affermato in ambienti cristiani anche per il culto di S. Rosa di Viterbo (città di cui è patrona), francescana che predicò contro le eresie, di S. Rosa da Lima, terziaria domenicana, patrona delle Americhe e delle Indie (la prima cronologicamente tra tutti i santi americani), vissuta in totale misticismo e ascetismo sul modello di S. Caterina da Siena, morta nel 1617, e di S. Rosa Filippini, festeggiata il 17 novembre. Celebre è il ciclo medioevale dei Romanzi della Rosa e famosa la’Guerra delle due Rose’, combattuta per la successione al trono d’Inghilterra, così chiamata perchè le due fazioni portavano stemmi recanti l’uno una rosa bianca, l’altro una rosa rossa. Tra i personaggi celebri si ricordano la rivoluzionaria tedesca Luxembourg (1871-1919); la scrittrice romana contemporanea Rosetta Loy, e, nella letteratura, la Rosina del Barbiere di Siviglia e delle “Nozze di Figaro”, musicate rispettivamente da Rossini e da Mozart. Da bambina Rosa è servizievole, affettuosa, tenerissima, da adulta diventerà una donna aggraziata e dedita all’amore nel senso più ampio del termine: l’amore per la natura, per gli animali, per i bambini, per le persone meno fortunate e per un unico uomo al quale dedicherà la vita intera.




Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *