Picnic

 

 

Con il termine picnic (in italiano dialettale, poco usato: romanata[1]) si identifica quel tradizionale pasto all’aperto compiuto in un contesto turistico o comunque che abbia una funzione sociale e ludica e non solamente alimentare.

Ciò che lo caratterizza è il piacere del contatto con la natura e la partecipazione di più persone che provvedevano a portare singolarmente il cibo che viene poi condiviso, senza avere l’ufficialità e lo sfarzo del convivio aristocratico-nobiliare.

L’etimologia deriva, attraverso la voce inglese picnic, dal termine composto piquenique, che in francese abbina piquer (prendere, rubacchiare, spilluzzicare) all’arcaico nique (piccola cosa di poco valore)[2]. Il termine sembra si sia diffuso a partire dalla fine del XVII secolo e, inizialmente, si riferiva alla frugalità dell’evento, eseguito al di fuori dei riti imposti dal pranzo, composto da pochi e semplici cibi sottratti direttamente alla cucina. L’Oxford English Dictionary registra l’apparizione, nella lingua inglese, del vocabolo Picnic nell’anno 1748, utilizzato da Lord Chesterfield Philip Stanhope (1694-1773).

fonte wikipedia

Colazione sull’erba, Édouard Manet (1863)

Ti potrebbe interessare anche

Click Here




Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *